RAID | Caterpillar

08_09_2019 - ore 11:00

 
RAID è un format di Arti Contemporanee che prevede l’incursione autorizzata di un gruppo di artisti in una location iconica, che possa rappresentare cioè il tema dell’edizione. In sei ore gli artisti creano opere d’arte d’arte e le donano al luogo, trasformandolo e rigenerandolo. L’incursione è filmata con una tecnica sperimentale di cinema-live: un solo ciak a seguito del quale inizia la diretta streaming che affronta il tema dell’edizione e, contemporaneamente, documenta la produzione delle opere degli artisti.
RAID ha un manifesto condiviso da tutti i partecipanti.

Dopo aver trasformato una scuola (Torino), un motel di provincia (Bologna), una fabbrica abbandonata (Bologna), un ex laboratorio di pasticceria (Milano) e una palazzina confiscata alla mafia (Corleone), RAID è stato invitato da Off Site Art a realizzare la sesta edizione all’Aquila, col titolo “Caterpillar”. 

Questa edizione di RAID mette insieme artisti internazionali e studenti delle Accademie di Belle Arti, per porli tutti su un piano orizzontale. I loro nomi sono: ABAQ (Accademia di Belle Arti dell’Aquila, GianMaria De Lisio), Alessandro Brighetti, Loris Cecchini, Lite Orchestra,  Marzia Migliora, Margherita Morgantin + WRG + TOM BOYS DON'T CRY (Alieni + Tzaziki & crack), Giuseppe Stampone, UNIBZ Studio Space (Massimo Bartolini, Luca Trevisani, e gli studenti delle Libera Università Di Bolzano Filippo Contatore, Sara Cortesi, Luca Gori, Katharina Theresa Mayr, Elisa Pezza, Elisabeth Pfeifauf, Lilian Polosek, Lisa Maria Putzer, Micheal Ungerer)

Dalle ore 11:00, fino alle 17:00, partirà la diretta streaming che svelerà cosa accade in città. Ogni location vedrà cinque registi-live all’opera: le Messe a Fuoco (Cecilia Brugoli e Anita Scianò), Alessio Della Valle con Giovanni Sfarra, e gli aquilani Francesco Paolucci, Diego La Chioma e  Davide Sabatini. La sceneggiatura e la regia centrale è affidata a Veronica Santi.

Ogni regista avrà un canale streaming che si alternerà durante la diretta. Oltre al racconto delle opere in divenire degli artisti, ogni set è stato pensato a quattro mani con la regia centrale, e prevede la partecipazione di attori, performers, critici d’arte e poetry slammers. Tra questi, andranno in scena le performance live e interventi di Alessandro Blasioli, Agnese Porto, Lorenzo Nardis, Maria Crispal, Matteo Di Genova e Eugenia Giancaspro e saranno mandati in onda contributi esterni realizzati da Marco D’Antonio, Emiliano Dante, IK Produzioni / SlowNews, Valentina Traini e Arianna Vergari (sede Abruzzo del Centro Sperimentale di Cinematografia), Valeria Tomasulo e Chiara Belingardi, Archivio Media Crew CaseMatte.

I luoghi dove gli artisti e i registi si metteranno all’opera sono Piazza del Teatro, la stazione Bus Terminal Lorenzo Natali, il chiostro del Museo Munda, i Portici di San Bernardino / via Fortebraccio, il sottopassaggio della Fontana Luminosa, Piazza Natali / via Nizza (accanto il dipartimento di Scienze Umane dell’Università dell’Aquila), Collemaggio e l’anfiteatro del Parco del Sole.   

“RAID Caterpillar” è patrocinata dal Comune de L’Aquila, l’Accademia di Belle Arti de L’Aquila,  sede abruzzo del Centro Sperimentale di Cinematografia, l’Aquila Film Festival, l’Ordine degli Architetti L’Aquila.

Sponsor tecnici sono LaQtv, il Gran Sasso Science Institute e lo Studio Legale IdeaLex di Lavinia Savini. 

Media partner di questa edizione è EXIBARTla rivista di informazione dedicata ad arte, architettura, design, cinema, teatro di ricerca, musica e cultura generale.

“RAID Caterpillar” è un intervento promosso e sostenuto dalla Direzione Generale Arte e Architettura Contemporanee e Periferie urbane del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, dal Comune de L’AquilaAssociazione Costruttori Edili di L’Aquila ANCE

Si ringrazia Luciana Littizzetto, Alfa Marmi San Gennaro Vesuviano (NA), Società Co.I.D. srl L'Aquila e Ivo D'Angelo per il sostegno concesso per l’opera di Marzia Migliora, Giovanni Paltrinieri e Pierluigi Frezza per l’opera di Alessandro Brighetti, Gruppo Tracturo3000 e Associazione Quarto di San Marciano per l’opera di Lite Orchestra, Falone-Costruzioni per l’opera di Giuseppe Stampone.

Installazioni

 

MAPPA