Federico Massa

 

Camouflage

Piazza del Teatro - marzo 2017

 
  • Foto Installazione
  • Foto Installazione
  • Foto Installazione
  • Foto Installazione
 
 
"Il mio messaggio vuole incanalare i nostri pensieri in un mondo parallelo, fatto di colorati spazi creativi"
 

Federico Massa in arte iena cruz e’ un artista Milanese. Trasferitosi a Brooklyn, New York nel 2011, dopo quattro anni nella Grande Mela ottiene la Green Card per Extraordinary Ability. Il suo lavoro e’ stato esposto a New York, Baltimore e Miami. I suoi murales sono presenti in molte citta’ del mondo, tra cui Citta’ del Messico, Ibiza, Barcellona, Miami e New York City. Sin dagli anni ‘90 a Milano, Federico ha consolidato la sua reputazione di ribelle fiorente all’interno del movimento della street art. Presso l’Accademia di Belle Arti di Milano ha poi sviluppato un suo stile personale, in continua evoluzione e su diverse superfici, caratterizzato da colpi di spray, stancyl e interventi precisi e calibrati col pennello. Con la sua serie di opere intitolata “Omaggi”, realizzata con dei poster di Palazzo Reale rubati dalla strada e poi re-interpretati, Federico ottiene la sua prima mostra a New York presso la Graphite Gallery di Brooklyn. Tuttavia, e’ solo quando inizia a creare murales di grosso formato che New York si accorge realmente di lui. Il suo primo lavoro per strada presenta dei riferimenti molto forti circa la cultura messicana, fonte di ispirazione per Federico fin dai suoi primi passi negli Stati Uniti. Col tempo si guadagna il rispetto tra le note strade di New York, il suo immaginario visivo nei murales si amplifica e il suo stile si perfeziona in opere in studio, installazioni e sculture. Negli ultimi anni di produzione, Federico si sensibilizza sulla tematica del cambiamento climatico globale, e sull’estinzione della specie animale. Come artista focalizzato nel dipingere animali e natura, inizia a produrre opere rappresentanti la ribellione della specie, dove animali in via di estinzione sembrano sparire dalle tele pittoriche,cercando di lanciare un ultimo grido al mondo che li sta condannando. Insieme al National Park di New York e in collaborazione con il Moma PS1, realizza un progetto intitolato “Forbitten Fruit”. Per l’occasione Federico crea l’opera “Camuflage”, in cui uno scramble jet, utilizzato nella seconda Guerra mondiale per intercettare aerei nemici, e’ qui trasformato in un Green Hero, piccolo uccello nativo del centro America. Da macchina ad animale, il messaggio riflette sul bisogno di incanalare i nostri pensieri in un mondo positivo, fatto di colorati spazi creativi. Questa e’ l’opera che Federico ha deciso di utilizzare anche per il progetto di Off Site Art all’Aquila.

Questa installazione è ospitata da



Twitter Facebook Google+ LinkedIn buffer StumbleUpon Digg flattr Pinterest tumblr Reddit Email

BACK